U.E. consultazione pubblica sullo Sviluppo Rurale

U.E. consultazione pubblica sullo Sviluppo Rurale

Fino al 20 aprile prossimo ognuno potrà scrivere alla Commissione Europea il proprio parere sullo sviluppo Rurale. Lo si può fare compilando il questionario che si trova collegandosi con la pagina web: https://ec.europa.eu/eusurvey/runner/PerformanceOf2007-2013RDPs.

La Commissione europea ha, infatti, avviato una consultazione pubblica di tre mesi per sollecitare commenti da parte di cittadini e parti interessate sui programmi di sviluppo rurale attuati tra il 2007 e il 2013. L'obiettivo di questa ampia consultazione è di ottenere una panoramica dei punti di forza e di debolezza della politica di sviluppo rurale come parte dell'attuale quadro di modernizzazione e semplificazione della politica agricola comune (PAC). I contributi raccolti saranno utilizzati per la preparazione di proposte legislative in seguito alla pubblicazione a novembre della comunicazione sul futuro dell'agricoltura e dell'alimentazione. La politica di sviluppo rurale dell'UE mira ad aiutare le regioni rurali dell'UE ad affrontare le numerose sfide economiche, ambientali e sociali del XXI secolo. Definito spesso "il secondo pilastro" della politica agricola comune della PAC, integra il sistema dei pagamenti diretti agli agricoltori e le misure per gestire i mercati agricoli (il "primo pilastro"). Tra il 2007 e il 2013, uno stanziamento di 98.000 milioni di euro è stato destinato allo sviluppo rurale nei 28 Stati membri, con un aumento di bilancio di 2.000 milioni di euro per il periodo 2014-2020. I progetti cofinanziati possono andare dal sostegno alle piccole imprese nelle aree rurali agli investimenti in agriturismo e alla formazione per i giovani agricoltori.