||IL PROGETTO SOLIDALE IL PANIERE DELLE ECCELLENZE

IL PROGETTO SOLIDALE IL PANIERE DELLE ECCELLENZE

Brescia, 3 ottobre 2018

FONDAZIONE ANT REPLICA IL PROGETTO SOLIDALE IL PANIERE DELLE ECCELLENZE LA SCATOLA NATALIZIA CON PRODOTTI ENOGASTRONOMICI DI IMPORTANTI CONSORZI E COOPERATIVE AGRICOLE LOMBARDE

Fondazione ANT torna con il progetto di co-marketing solidale Il Paniere delle Eccellenze: la scatola ricca di prodotti enogastronomici del territorio bresciano e provenienti da cooperative e consorzi di tutela noti in tutto il mondo. Un cadeau di grande valore in termini di solidarietà, qualità e tipicità da regalare ai propri collaboratori, dipendenti e amici in occasione delle festività natalizie.

La prima edizione del Paniere ha visto distribuite oltre 600 scatole, sia ad aziende sia a cittadini: i fondi così raccolti hanno permesso ad ANT di offrire più di 400 giornate di assistenza domiciliare oncologica ai propri pazienti. Inoltre, la scatola ha dato un’ulteriore possibilità ai consorzi aderenti di promuovere la cultura alimentare, i sapori lombardi e la loro territorialità.

Hanno rinnovato il loro appoggio ad ANT: Camera di Commercio di Brescia, UBI Banca, Consorzio Grana Padano, CISSVA (Rosa camuna), Consorzio Franciacorta, AIPOL (oli del Garda), O.P.A.S. (produttori e allevatori suini) e Sindacato Panificatori.

Scegliere il Paniere delle Eccellenze come omaggio natalizio significa dare un contributo alla qualità della vita di tanti cittadini che, grazie ad ANT, potranno ricevere cure specialistiche domiciliari o controlli gratuiti per la diagnosi precoce di diverse patologie – ricorda Raffaella Pannuti, presidente di ANT – È un dono ad alto impatto sociale, perché capace di generare valore: ringrazio quindi le realtà e gli enti che ci permettono di proporre questo prodotto e tutti i cittadini e le aziende che lo hanno scelto e lo sceglieranno per augurare Buone Feste.

Il Paniere, dal design attraente, curato nei dettagli e comodo per la consegna, avrà al suo interno 6 prodotti d’eccellenza: una porzione di Grana Padano, una bottiglia di brut Franciacorta, una forma di Rosa Camuna, un quartino di prosciutto crudo, un pacco di grissini, una bottiglia di Olio del Garda. Tutti certificati IGT, DOP, DOC e DOCG.

Con una donazione – pari a 80 euro – sarà possibile ricevere il Paniere e partecipare alla raccolta fondi con un contributo, attraverso bonifico presso il conto corrente UBI dedicato IT52D0311111225000000000500, a sostegno delle attività gratuite di assistenza specialistica domiciliare ai malati di tumore e di prevenzione primaria e secondaria portate avanti a Brescia e provincia.

Il Paniere sarà disponibile da metà novembre a Brescia presso la Delegazione ANT (tel. 030 3099423, delegazione.brescia@ant.it), nei PAAV ANT (punti di aggregazione e di ascolto del volontariato) in via Trento 13/E, via Corsia via Corsica 78 e in Via VII 45 Quartiere Abba.

Siamo lieti di riconfermare il sostegno a Fondazione ANT – dichiara Stefano V. Kuhn, Direttore Macro Area Territoriale Brescia e Nord Est di UBI Banca – per questo significativo progetto di assistenza specialistica domiciliare ai malati di tumore e di prevenzione oncologica, che ANT offre sul territorio bresciano. Un’iniziativa che esprime ancoraggio al territorio ed una particolare vocazione alla responsabilità sociale d’impresa, condivisi con la Camera di Commercio di Brescia e con tutte le aziende che esprimono eccellenze, bresciane e lombarde, ed hanno contribuito a creare questo importante progetto solidale.

Valerio Pozzi Direttore Generale di OPAS commenta: Partecipare ad una iniziativa come quella di ANT è per Opas – Organizzazione di Prodotto Allevatori Suini – motivo di orgoglio. Gli allevatori di Opas intendono continuare, infatti, a dare un grande supporto ad ANT perché credono fermamente nella solidarietà e nella condivisione degli obiettivi di ANT. Il mondo allevatoriale dei suini di Opas è sempre stato vicino alle persone, ai cittadini, ai consumatori garantendo la rigorosa qualità dei propri prodotti come un elemento fondamentale, anche, del vivere civile. La conferma anche per il Natele 2018 della presenza degli allevatori di suini di Opas, dopo il successo del pacco di Natale dello scorso anno, si inserisce poi perfettamente nei valori delle persone che vivono quotidianamente a contatto con la natura e con la terra: un rapporto di “solidarietà” che non può e non deve venire meno ma che, anzi, deve trovare tutte le espressioni possibili per essere concretamente vicini a quanti sono colpiti nei loro affetti più profondi.

Francesco Mensi Presidente del Sindacato Panificatori esprime L’adesione e la partecipazione convinta della categoria a questa nobile iniziativa, fiducioso che possa avere un riscontro ancora più importante dello scorso anno. I panificatori della provincia di Brescia proseguono il loro tragitto solidale nel solco della volontà di produrre e proporre prodotti di qualità reale e concreta, così come fanno attraverso l’azione di promozione del pane fresco, sempre più al centro dell’attenzione del sindacato Panificatori. All’ANT giunga il sostegno più sentito e condiviso dell’intera categoria.


Grazie al legame nato con il Paniere, Fondazione ANT, in collaborazione con il Consorzio Grana Padano e il supporto della Camera di Commercio di Brescia, organizza una tavola rotonda per sabato 13 ottobre dal titolo “La Nutrizione del giovane sportivo”. L’evento è il primo di una serie di appuntamenti annuali “targati” ANT legati alla prevenzione primaria e all’importanza dell’adozione di stili di vita sani. L’incontro, programmato dalle 9 alle 13 presso Brixia Forum, ci concentrerà in particolar modo sulla benessere psico-fisico dei bambini in età scolare e che si affacciano alle discipline atletiche. Un’équipe di esperti sarà pronta a dare consigli e strumenti utili a famiglie, insegnanti, allenatori ed educatori con l’obiettivo di condurre un giovane a sviluppare una maggior consapevolezza della propria salute e alimentazione, energia indispensabile per affrontare gioco, allenamento e gara. Per maggiori informazioni e per iscriversi al convegno si può contattare la sede ANT di Brescia.

Referente per la stampa locale: Benedetta Venditti – cell. 3421470258, benedetta.venditti@ant.it

Profilo Fondazione ANT Italia Onlus Nata nel 1978 per opera dell’oncologo Franco Pannuti, dal 1985 a oggi Fondazione ANT Italia ONLUS – la più ampia realtà non profit per l’assistenza specialistica domiciliare ai malati di tumore e la prevenzione gratuite – ha curato circa 125.000 persone in 11 regioni italiane (Emilia-Romagna, Lombardia, Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Toscana, Lazio, Marche, Campania, Basilicata, Puglia, Umbria). Ogni anno 10.000 persone vengono assistite nelle loro case da 20 équipe multi-disciplinari ANT che assicurano cure specialistiche di tipo ospedaliero e socio-assistenziale, con una presa in carico globale del malato oncologico e della sua famiglia. Sono complessivamente 520 i professionisti che lavorano per la Fondazione (medici, infermieri, psicologi, nutrizionisti, fisioterapisti, farmacisti, operatori socio-sanitari etc.) cui si affiancano oltre 2.000 volontari impegnati nelle attività di raccolta fondi necessarie a sostenere economicamente l’operato dello staff sanitario. Il supporto offerto da ANT affronta ogni genere di problema nell’ottica del benessere globale del malato. A partire dal 2015, il servizio di assistenza domiciliare oncologica di ANT gode del certificato di qualità UNI EN ISO 9001:2008 emesso da Globe s.r.l. e nel 2016 ANT ha sottoscritto un Protocollo d’intesa non oneroso con il Ministero della Salute che impegna le parti a definire, sostenere e realizzare un programma di interventi per il conseguimento di obiettivi specifici, coerenti con quanto previsto dalla legge 15 marzo 2010, n. 38 per l’accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore. ANT è inoltre da tempo impegnata nella prevenzione oncologica con progetti di diagnosi precoce del melanoma, delle neoplasie tiroidee, ginecologiche e mammarie. Dall’avvio nel 2004 sono stati visitati gratuitamente 170.000 pazienti in oltre 80 province italiane. Le campagne di prevenzione si attuano negli ambulatori ANT presenti in diverse regioni, in strutture sanitarie utilizzate a titolo non oneroso e sull’Ambulatorio Mobile – BUS della Prevenzione. Il mezzo, dotato di strumentazione diagnostica all’avanguardia (mammografo digitale, ecografo e videodermatoscopio) consente di realizzare visite su tutto il territorio nazionale. ANT opera in Italia attraverso 120 delegazioni, dove la presenza di volontari è molto attiva. Alle delegazioni competono, a livello locale, le iniziative di raccolta fondi e la predisposizione della logistica necessaria all’assistenza domiciliare, oltre alle attività di sensibilizzazione. Prendendo come riferimento il 2017, ANT finanzia la maggior parte delle proprie attività grazie alle erogazioni di privati cittadini (28%) e alle manifestazioni di raccolta fondi organizzate (25%) al contributo del 5×1000 (15%) a lasciti e donazioni (12%). Il 15% di quanto raccoglie deriva da fondi pubblici. Uno studio condotto da Human Foundation sull’impatto sociale delle attività di ANT, ha evidenziato che per ogni euro investito nelle attività della Fondazione, il valore prodotto è di 1,90 euro. La valutazione è stata eseguita seguendo la metodologia Social Return on Investment (SROI). ANT è la 9^ Onlus nella graduatoria nazionale del 5×1000 nella categoria del volontariato. Fondazione ANT opera in nome dell’Eubiosia (dal greco, vita in dignità).

2018-10-08T10:26:36+00:003/10/2018|